Tumore al Seno e Riabilitazione Equestre. Recensione “Il Giardino delle Amazzoni”

Tumore al Seno e Riabilitazione Equestre

Il tumore è un fantasma subdolo e sleale” – dice Lino Cavedon nella sua prefazione – “che aggredisce ad armi impari“. Il Cavallo allora – con il suo archetipo – diventa alleato formidabile per sconfiggere il mostro.

Il Giardino delle Amazzoni – libro edito dalla Erickson – parla proprio di questo: Tumore al Seno e Riabilitazione Equestre!

Ma non preoccupatevi, non è la triste storia di una sconfitta! Al contrario è un viaggio attraverso le emozioni di una vittoria che ha il sapore autentico della speranza.

Claudia Cerulli, Chiara De Santis De Tavano e Attilio Parisi in poco meno di 70 pagine raccontano i risultati inaspettati che – quella che una volta si chiamava Ippoterapia – ha avuto su un gruppo di 20 donne operate di Tumore al Seno.

Risultati inaspettati si, perchè all’inizio erano “semplici” intuizioni. Certo continua Cavedon “oltre al corpo, non occorre forse anche farsi carico del cuore, dei pensieri e della condizione emozionale di chi viene aggredito dal tumore?” Allora ecco la ncessità e  e la volontà di verificare scientificamente quelle intuizioni.

Un viaggio inteso, sorprendente e impegnativo che nelle parole –  (e nel viso) della psicologa Chiara De Santis Del Tavano durante la presentazione della pubblicazione a Roma lo scorso 13 ottobre – si riusciva a leggere perfettamente.

Chiara De Santis Del Tavano e Claudia Cerulli

Il carcinoma della mammella o Tumore al Seno (come lo chiamiamo in famiglia se abbiamo il coraggio di chiamarlo appunto) non tocca solo “il corpo”, ma l’anima di una donna ferita proprio nella sua femminilità!  Allora bisognava prendersi cura, farsi carico del cuore di queste 50.000 donne che ogni anno in Italia vengono colpite dal fantasma subdolo.

Ecco allora che la Riabilitazione Equestre può rappresentare un supporto corroborante per il post operatorio.

Il cavallo riesce a comunicare una modalità forte dello “stare con” in modo da “recuparare la capacità di essere”. Si legge: “Il cavallo concede all’uomo una sorta di seconda possibilità di conoscersi e ri-conoscersi, aiutandolo a risanare antiche ferite.

Tumore al Seno e Riabilitazione Equestre
Attilio Parisi alla presentazione del libro                          “Il giardino delle Amazzoni”

I risultati sono apprezzabili sia da un punto di vista dei miglioramenti fisiologici che di quelli psicologici.

Gli autori – pur conservando un tono narrativo e divulgativo – riescono a mantenere un rigore scintifico nella descizione delle risultanze del tutto apprezzabile.

Chi scrive ha potuto osservare – ormai in più di un’occasione –  i benefeci molteplici di una relazione paziente-cavallo.

Per queste ragioni auspichiamo che sempre più la cultura degli Interventi Assistiti dagli Animali (IAA) diventi sempre più patrimonio comune e condiviso soprattutto in ambito medico, dove purtroppo, ancora troppo spesso si incontrano scetticismo e disistima per questi percorsi terapeutici.

Erica Simone

Sono un' appassionata di comunicazione, cultura e turismo e ho fatto delle mie passioni il mio lavoro. Mi piace viaggiare (come un po' a tutti forse), sperimentare sapori, confrontarmi sempre con persone da cui posso imparare qualcosa. Scrivo articoli di viaggi, destinazioni, sapori, odori, di musica, ma soprattutto di storie di uomini e donne e dei loro progetti. A volte scrivo con la penna (mi piace l'odore della carta!), ma sempre di più scrivo e comunico con i social: Twitter, Facebook, Instagram, Linkedin e - non solo - sono diventati i miei compagni di viaggio e le "notifiche" la colonna sonora delle mie giornate! erica.simone75@gmail.com

Leave Comment